Il reddito di cittadinanza non si tocca: Conte parte da Scampia

Conte Scampia reddito di cittadinanza

Giuseppe Conte a Scampia (foto by Facebook)

Il reddito di cittadinanza non si tocca! Conte ricomincia da Scampia

Conte, pronto all’attacco contro la Meloni, inizia la sua battaglia e non poteva che partire dalla cittá di Napoli precisamente da Scampia. In questo tristemente noto quartiere a percepire il reddito di cittadinanza sono la maggior parte dei cittadini. Una lotta senza freni quella che l’ex premier sta sferrando contro il governo che vuole un radicale cambiamento di rotta a partire da fine dicembre. In un periodo storico difficile dove a farne le spese sono soprattutto le fasce deboli della popolazione, la volontà dei Grillini è soltanto una, quella di ribadire con forza la loro politica di sostegno ai cittadini che non riescono ad avere una vita quanto meno dignitosa.

Queste le parole dell’ex premier

“Oggi a Scampia e a San Giovanni a Teduccio ho ascoltato storie crude e difficili. Cittadini che avevano perso tutto, compresa la speranza.

Hanno iniziato a rialzarsi e a credere in un percorso di riscatto e dignità con le misure di sostegno e protezione sociale che abbiamo messo in campo.

Porteremo le loro storie a Roma, in piazza e in Parlamento, per dire a questo Governo di non cancellare la dignità di chi è in difficoltà. La povertà non è una colpa, a chiunque può capitare di non farcela. La risposta dello Stato non può essere chiudere gli occhi e avere orecchie solo per chi già conta.”

Conte Scampia reddito di cittadinanza
Conte tra la gente a Scampia( foto by Facebook)

Il popolo scende in piazza inferocito. La dichiarazione di Gaetano Palumbo.

“Siete casta conosciuta, la dignitá non si strappa”,questa la dichiarazione su Facebook da parte del consigliere al comune di Casoria Gaetano Palumbo che scende in piazza a favore della protesta. In una nazione che non riesce a garantire un lavoro, non puó non esserci una misura che aiuti i cittadini”.

Gaetano Palumbo M5S

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *